logo
migliori offerte lavoro

Ultime notizie per lavoro palermo

  • Lavoro Palermo: la capitale europea degli infortuni

    Lavoro Palermo: la capitale europea degli infortuni Secondo le Istituzioni europee, Palermo sarebbe tra le città con le peggiori condizioni lavorative di tutta Europa, non solo dal punto di vista retributivo, ma soprattutto per quanto riguarda gli infortuni sui luoghi di lavoro che sono stati nel 2008 più di 35mila, di cui 76 mortali
    Sarà anche per rispondere alle pressioni che vengono dalle Istituzioni europee, stando alle quali Palermo si aggiudicherebbe il primato per la città con le peggiori condizioni lavorative d'Europa, che per la prima volta in Sicilia è stato approvato un 'Piano regionale straordinario per la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.'

    Il piano prevede uno stanziamento di 3 milioni di euro nel triennio 2010-2012, finalizzati a potenziare la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro. Si prevedono iniziative informative e formative, volte alla diffusione di una cultura della sicurezza e della legalità.

    Il lavoro in nero è infatti una piaga particolarmente dolente nel capoluogo siciliano, una delle principali cause di incidenti lavorativi, oltre che influire in modo drastico sul deterioramento delle condizioni occupazionali.

    Il piano regionale, firmato dall'assessore per la salute Massimo Russo, punta al raggiungimento di standard più elevati. Mediante il coinvolgimento di altri enti e istituzioni, associazioni di categoria e sindacati, lo sforzo è volto ad accorciare le distanze da quelli che sono gli standard europei ma anche italiani.

    Stando ai dati Inail, infatti, nel 2008 in Sicilia il fenomeno infortunistico ha rappresentato il 4,06% del totale nazionale. Nello stesso anno, all'Inail sono stati denunciati 35.590 infortuni sul lavoro, di cui 2.709 hanno interessato il settore dell'agricoltura, ben 30.209 quello dell'industria, e 2.672 tra i dipendenti statali. I casi mortali sono stati 76: 11 nel primo settore , 64 nel secondo e 1 nel terzo.

    Chiudi Chiudi